Modena



Femia e Bolognino, amore e odio tra i boss emiliani 

di Francesco Dondi

Il pentito dello slot racconta omicidi e la cena con Buscetta Poi accusa gli altri ’ndranghetisti che gli hanno spillato soldi

05 maggio 2017


MODENA. Parla Nicola “Rocco” Femia e dice tante cose. Il boss della ’ndrangheta, che ha deciso di pentirsi mentre veniva condannato in primo grado per associazione mafiosa al processo “Black Monkey”, sta raccontando tutto anche ai magistrati della Dda di Bologna, che sono andati in carcere ad ascoltarlo. E il re delle slot machine illegali, quello che progettava di sparare a Giovanni Tizian, st...


Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 01954630495

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.