modena
cronaca

Rubano soldi, oro e 15 fucili Poi abbandonano le armi

È stato un risveglio all’insegna della paura quello dei residenti di via Mar Nero. Ieri mattina, intorno alle 5, i primi che si sono affacciati alle finestre nei dintorni del civico 18, hanno visto...


28 giugno 2017 di Serena Arbizzi


È stato un risveglio all’insegna della paura quello dei residenti di via Mar Nero. Ieri mattina, intorno alle 5, i primi che si sono affacciati alle finestre nei dintorni del civico 18, hanno visto diverse armi abbandonate nel cortile del condominio.

Immediatamente sono state contattate le forze dell’ordine e sul posto sono intervenute pattuglie della Polizia.

«Ho sentito un rumore di ferraglia - riferisce una residente che ha assistito al recupero delle armi - Inizialmente, pensavo si trattasse del vicino di casa che abita al primo piano. Poi mi sono affacciata alla finestra e mi sono resa conto che non era così. Ho visto le forze dell’ordine nel mio cortile che stavano recuperando i fucili. Le armi sono state abbandonate esattamente di fronte alla Corte».

Le armi rinvenute nel cortile costituiscono la refurtiva di un’azione criminosa avvenuta lunedì mattina.

I malviventi si sono introdotti nell’abitazione di un cacciatore, a Rovereto di Novi, vicino alla Polisportiva Roveretana. Una volta riusciti a introdursi all’interno, i ladri hanno forzato un armadio in cui erano racchiusi dodici fucili di vario tipo. Oltre alle armi, vi erano custoditi anche oggetti preziosi e contanti.

Per quanto riguarda le armi, si tratta prevalentemente di fucili a canna lunga e carabine, comunque armi da caccia.

Le forze dell’ordine stanno predisponendo gli accertamenti relativi al ritrovamento delle armi al fine di restituire il bottino del furto al proprietario e, contemporaneamente, risalire ai malviventi per tentare di capire quale direzione abbiano preso dopo avere lanciato la refurtiva sottratta al cacciatore nel cortile del condoninio di Fossoli.

Nel frattempo, ieri mattina, la notizia, ha fatto presto il giro della frazione e i cittadini hanno manifestato paura per la propria sicurezza.



I residenti della frazione, infatti, una volta saputo del ritrovamento delle armi da fuoco, hanno temuto che i malviventi volessero utilizzarle per compiere un colpo nei dintorni di via Mare Nero, dove sono state abbandonate. Tra le piste che stanno seguendo gli inquirenti per ricostruire le azioni della gang, perché pare che i ladri entrati in azione fossero più di uno, c’è quella che i malviventi abbiano voluto sbarazzarsi della refurtiva, buttandola nel cortile perché puntavano a portare via gli oggetti d’oro e i contati ritrovati nell’armadio dell’abitazione del cacciatore.

Anche a Rovereto, nel frattempo, c’è preoccupazione per l’episodio che si è verificato e per un numero così elevato di armi in mano a delinquenti.

 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.