modena
cronaca

Finale. Palazzi, il grande sconfitto, sceglie il silenzio Alan Fabbri: «Serviva umiltà»


19 ottobre 2021


Il sindaco Sandro Palazzi ha onorato fino in fondo il suo mandato, dando l’ultima comunicazione social relativa ad un’ordinanza di lavori stradali. Poi si è chiuso in casa da dove ha seguito lo spoglio. Non è andato nella sede elettorale di piazza Verdi, lasciando ai suoi fedelissimi l’onere di presidiare l’ufficio e ha anche scelto di non commentare il voto. È così toccato a Paolo Barbieri, Agnese Zaghi e Davide Romani andare a complimentarsi con Marco Poletti. In piazza Verdi è invece rimasto Federico, il secondogenito di Palazzi, che avrebbe avuto un posto in Consiglio se il padre fosse stato riconfermato.



«Diciamocela tutta – commenta Paolo Barbieri, un passato da consigliere di opposizione e un ruolo di primo piano negli ultimi mesi – il centrodestra ha avuto pessimo risultati in tutta Italia. Dire che la colpa della sconfitta è solo di Palazzi sarebbe un’assurdità. Poi ci sono stati sicuramente degli errori ma il vento stavolta ha girato dall’altra parte. Andremo a fare opposizione con Sandro, consapevoli che saremo il riferimento primario per i cittadini scontenti. Peccato non aver trovato un’unità d’intenti con Benedetta Pincelli, non so se avremmo vinto, ma sarebbe stato interessante metterci tutti alla prova».



«Congratulazioni a Poletti per il risultato – dice invece Alan Fabbri, sindaco di Ferrara, molto incuriosito dal verdetto finalese per motivi di vicinanza – Credo che l’elezione debba far riflettere i movimenti politici del centrodestra per quanto riguarda la buona amministrazione e come gestirla. Se si fosse ascoltato di più la gente e il territorio forse sarebbe cambiato l’esito. In politica paga l’umiltà e la consapevolezza di ciò che si può fare... Il Pd comunque ha poco da esultare perché non ha vinto lo schieramento politico ma ha trionfato la persona».

«Buon lavoro al neo sindaco – scrive Stefano Lugli – gli spetta il compito di risollevare una città che con l’amministrazione Palazzi ha toccato il fondo».
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.