modena
cronaca

Formigine sempre più un paese per i giovani

Il 41% dei residenti ha meno di 40 anni. Tante richieste per trovare una casa in zona e il Comune pensa a investimenti


04 gennaio 2022 Stefania Piscitello


Formigine. Una popolazione giovane, con tanti under 40. Formigine, come già abbiamo raccontato nei giorni scorsi su queste colonne, è una delle cittadine più ambite nella nostra provincia: tante giovani coppie desiderano di trasferirsi in città ma la domanda è più alta dell’offerta.

Ecco perché il Comune ha recentemente approvato delle varianti urbanistiche che porteranno all’edificazione di nuovi alloggi, oltre 40 dedicati all’edilizia residenziale sociale. E in attesa di avere i dati ufficiali della popolazione nell’anno appena trascorso, si può intanto tessere un bilancio di come questa è cambiata negli anni. Gli ultimi dati aggiornati parlano di una popolazione residente estremamente giovane: sì, perché il 41 per cento degli abitanti ha meno di 40 anni.

Il segreto? «I servizi, ad esempio l’implementazione dei posti all’asilo nido. Ora siamo in una situazione anomala per i contagi, ma i servizi e la qualità della vita sono due temi fondamentali», questa la riflessione del sindaco Maria Costi. Il primo cittadino esprime soddisfazione: «Continua ad esserci questo trend positivo. Abbiamo una popolazione giovane e io spero davvero che si continui su questo passo. L’idea di fare degli alloggi Ers è proprio per attrarre delle nuove famiglie che possano mantenere questa caratteristica della popolazione. Il tema dell’inverno demografico è per me sostanziale».

Il quadro della popolazione residente è in generale positivo: non solo per l’età degli abitanti, ma anche per il loro numero che tra il 2015 e la fine del 2020 è cresciuto costantemente: se nel 2015 il dato si attestava sui 34.445 abitanti, all’inizio del 2021 si parlava di 34.735 (più donne che uomini). Gli ultimi numeri parlavano poi di un 33 per cento di persone tra i 40 e i 59 anni e di un 26 per cento di over 60.

Peculiarità di Formigine è la sua estensione territoriale; col tempo anche le frazioni sono cresciute e hanno mutato aspetto. «Il capoluogo è certamente l’area più popolosa – commenta Costi – ma nel tempo abbiamo assistito anche a un buon sviluppo di Casinalbo (ndr, a fine 2020 contava 5.944 abitanti). Credo che sia perché si tratta di una zona cuscinetto: molte persone lavorano a Modena e hanno deciso di stabilirsi qui perché cercavano una zona tranquilla. Come frazione è molto richiesta, anche a livello di prezzi è quasi come Formigine. Anche Magreta è cresciuta, un po’ meno Corlo e Colombaro».

Costi fa infine un’ulteriore riflessione: «La forza di Formigine è avere delle frazioni con delle identità così forti, le persone sono molto legate al territorio e credo che questo sia un valore. Ognuno pensa che si debba fare di più per la frazione in cui vive e anche questo può essere stimolante. Per me è importante mantenere equilibrio, è chiaro che tutto deve essere proporzionato al numero di abitanti, però diciamo che bisogna diversificare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.