modena
cronaca

Redditi dei comuni modenesi, la classifica. Carpi non c’è I ricchi a Castelnuovo Appennino in coda

Il Comune delle Terre di Castelli primo con 25.801 euro Tanti “paperoni” anche a Formigine, Fiumalbo ultima


20 aprile 2022 L.G.


MODENA In mezzo ci sono 65 chilometri, ma anche 10.600 euro di differenza sul reddito lordo annuo. Castelnuovo Rangone e Fiumalbo sono i due poli opposti di una classifica che, all’interno di una provincia che continua a stare meglio del resto del Paese - ma anche di buona parte della regione - presenta notevoli differenze tra i redditi più alti e quelli più bassi. E il confronto più evidente, esaminando i dati sulle dichiarazioni dei redditi relativi al 2020, è che tra il Comune in cui si guadagna di più e quello in cui i redditi sono più bassi c’è quasi un rapporto di 2 a 1: a Castelnuovo si guadagnano mediamente 25.801 euro, mentre nell’ultimo paese dell’Appennino modenese si scende a 15.239.



Ma se la prima posizione del paese che ospita... il monumento al maiale non stupisce più di tanto, sono diversi gli elementi interessanti della classifica dei redditi Comune per Comune: il primo che balza all’occhio è l’assenza di Carpi nella top ten. Con un reddito medio di 21.012 euro lordi, infatti, la seconda realtà del Modenese si piazza solamente in 18esima posizione. Per quanto riguarda i distretti, a dominare è comprensibilmente quello ceramico, che piazza ben quattro Comuni tra i primi dieci, ma anche l’Unione Terre di Castelli, che ha tre centri nella top ten. A tenere alta la “bandiera” della Bassa sono Mirandola e Medolla, che grazie alla forza dell’industria biomedicale figurano tra i primi dieci Comuni per reddito. La coda della classifica è quella che riserva meno sorprese: tutti gli ultimi dieci posti sono occupati da paesi dell’Appennino.



Tornando a osservare la graduatoria dall’alto, se i “paperoni” vivono a Castelnuovo, al secondo posto c’è il capoluogo, con un reddito medio di 25.018 euro. Segue il distretto ceramico in blocco, che con Formigine (24.315 euro), Maranello (23.543) e Sassuolo (23.354)strappa il terzo, quarto e quinto posto. Scendendo, si incontra l’altro Comune delle Terre di Castelli molto apprezzato dai modenesi più abbienti: a Castelvetro, infatti, il reddito medio è di 23.153 euro. Al settimo posto c’è Fiorano (22.486), poi il duo Mirandola-Medolla con 22.283 e 21.943 euro. A chiudere la top ten è il capodistretto delle Terre di Castelli: a Vignola nel 2020 i residenti hanno denunciato mediamente 21.879 euro di reddito. Scendendo ancora si incontrano diversi Comuni della Cintura, da Bastiglia a Nonantola, per trovare Carpi solo al 18esimo posto, dietro Castelfranco e Spilamberto.



Passando alla metà destra della classifica, segue un blocco di Comuni della Bassa, per arrivare sostanzialmente a tutta la montagna in blocco che chiude la graduatoria, con numeri molto lontani da quelli di Castelnuovo, Modena e Formigine. E se il reddito medio più basso è quello di Fiumalbo (15.239 euro), a Pievepelago e Montecreto i numeri sono simili (16.159 e 16.821 euro), mentre per salire sopra quota 17mila bisogna spostarsi a Fanano, Lama, Riolunato, Polinago, Palagano e Frassinoro. Nemmeno la “perla dell’Appennino” riesce a scongiurare una posizione tra i dieci peggiori Comuni per reddito: a Sestola nel 2020 la dichiarazione dei redditi media è stata di 18.058 euro. Per quanto riguarda la Bassa, il paese più “povero” è Novi, dove il reddito lordo medio nell’anno del lockdown è stato di 18.382 euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.