modena
cronaca

Carpi, spedizione punitiva tra bande rivali Residenti allarmati

I feriti e gli altri contendenti vivono vicino al luogo della rissa Due sono gravi. Tra le piste, quella di un regolamento di conti


25 aprile 2022 Serena Arbizzi


CARPI. «Dobbiamo vendicarci». Questo hanno urlato gli appartenenti ai due gruppi rivali che nella notte fra venerdì e sabato si sono picchiati a colpi di machete, bastoni e, più genericamente armi da taglio, in via Ugo da Carpi.

Ad affrontarsi sono stati due giovani, in particolare, che non hanno ancora compiuto 30 anni. I due hanno chiamato i loro amici: più persone, quindi, si sono affrontate nel tratto vicino allo stadio Cabassi.

Sei sono stati denunciati per rissa dalla polizia: gli agenti della Volante sono intervenuti sul posto, insieme al 118.

I residenti della zona sono stati risvegliati dalle urla dei feriti e della rissa.



«Vediamo spesso passare le persone che si sono picchiate l’altra notte – commenta un esercente con attività a pochi metri dal luogo della rissa – Inizialmente, pensavamo che fosse un regolamento di conti fra corrieri, dipendenti da un’azienda modenese. Mesi fa, infatti, proprio in quell’azienda, c’erano già stati degli scontri per il mancato rinnovo del contratto di lavoro a favore di alcuni. Poi, però, abbiamo accertato che si tratterebbe di una rissa scaturita da questioni personali, fra due giovani. Questi hanno chiamato anche i loro amici allo scontro e ne è nata una grande zuffa con feriti anche seri che sono stati portati in ospedale».

Altre testimonianza riportano di sangue a terra e bastoni spezzati, ritrovati nei dintorni dello stadio. Oggetti che potrebbero rivelarsi utili nel ricostruire l’accaduto. La polizia, nelle ore successive, infatti, ha raccolto tutti gli elementi necessari alle indagini per risalire ad altri eventuali responsabili.

«Si tratta di persone che abitano vicino al luogo della rissa – racconta un altro esercente – Li conosciamo, sappiamo che c’erano degli screzi ma non avremmo mai pensato che la violenza potesse arrivare a questo punto».

Due dei feriti sono stati portati a Baggiovara in gravi condizioni: uno di loro ha riportato un grosso taglio a una mano. Altri sono stati trasportati al Ramazzini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.