modena
cronaca

Bassa modenese. Il docu-film sul sisma 10 anni dopo le scosse Ricordi e speranze  

Lunedì 23 maggio la proiezione al cinema “Victoria” Ingresso gratuito su prenotazione via mail


18 maggio 2022


MODENA Sono trascorsi 10 anni dalle terribili scosse che nel 2012 hanno segnato profondamente il territorio.

In occasione di quest’anniversario, Wildcom Italia presenta “Ricostruzione. Emilia-Romagna 2012-2022”, docu-film ideato e realizzato a un decennio da quella che fu una grande emergenza geografica e sociale, dagli allestimenti di strutture provvisorie per accogliere gli sfollati alla conta dei danni, a cui è seguita la ricostruzione.

Il docu-film, del quale la Gazzetta di Modena è media partner, sarà presentato lunedì alle 20 presso il Cinema multisala Victoria di Modena (via Sergio Ramelli 101), alla presenza degli autori e dei soggetti coinvolti (partecipazione gratuita su prenotazione, per info scrivere a ufficiostampa@wildcom.it).

«A dieci anni di distanza dal terremoto del 2012, si moltiplicano le iniziative di ricordo e commemorazione nel nostro territorio – spiega Stefano Bonaccini, presidente della Regione che parteciperà alla serata – Segno che la memoria di quei drammatici momenti è ancora molto viva, così come lo è la voglia di celebrare la rinascita e la ricostruzione che ha caratterizzato ogni giorno da quello successivo alle scosse. Questo documentario ne è un'ulteriore prova, perché viene realizzato da una realtà nata all'indomani di questa tragedia. Un segnale concreto di ripartenza che si è trasformato in una presenza - quella di Radio 5.9 - ormai radicata, capace di espandersi anche oltre regione».

«Questo progetto nasce per ricordare lo spirito con il quale gli emiliano-romagnoli reagirono al dramma del terremoto – afferma Nicola Pozzati, presidente Wildcom Italia – Siamo partiti dal presupposto che il modo migliore per costruire il futuro sia quello di coltivare la memoria, per questa ragione abbiamo raccolto la testimonianza di persone del territorio che con costanza e impegno sono state in grado di ripartire e di costruire dopo i giorni difficili del 20 e 29 maggio 2012. Desideriamo ringraziare tutti i soggetti che hanno reso possibile la realizzazione di questo docu-film, e la Regione per il costante supporto e la preziosa collaborazione».

Numerose le testimonianze: dal ricordo del vescovo emerito Francesco Cavina, o della docente di lettere della scuola media “Giacomo Masi” di Cavezzo, Giovanna Pullè, che mostra cosa significa essere un insegnante in un momento come quello.

Idea e soggetto sono di Roberta De Tomi, Ruben Giovannoni, Nicolò Guicciardi, Anna Maria Pilozzi, Nicola Pozzati. Regia è di Matteo Rughetti, musiche originali di Luca Perciballi e illustrazioni di Giuseppe Bertozzi. l

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.