modena
cronaca

Maranello: malore a cena, muore 21enne

Il pavullese Gianmarco Verdi era con gli amici al Piccolo Mugnaio L’ex atleta è stato subito soccorso e portato in ospedale


29 maggio 2022 Stefania Piscitello




Maranello C’erano circa 70 persone venerdì sera al Piccolo Mugnaio di Torre Maina quando Gianmarco Verdi, 21enne di Pavullo, è stato colpito da un malore: il giovane, trasportato a Baggiovara, è spirato poco dopo. Nel 2019 aveva dovuto smettere di gareggiare sulle piste di atletica dopo avere scoperto di avere problemi cardiaci; era seguito dai medici, ma proprio quei problemi potrebbero essere la causa del malore di venerdì sera che ha portato al suo decesso.

Gianmarco era un grande appassionato di sport e viveva a Pavullo con la famiglia, molto conosciuta in paese perché il padre è uno dei titolari del Centrofrutta. Venerdì era andato a cena con altri tre amici nel locale sulle colline di Maranello in via Vandelli. Una serata tranquilla, tra scherzi e risate.

Ad un certo punto, finito di consumare il pasto, Gianmarco si è accasciato cadendo su un fianco e perdendo i sensi.

La situazione, dati anche i problemi di salute del 21enne, è apparsa subito grave. Ecco perché uno degli amici ha subito iniziato a praticargli il massaggio cardiaco. «C’era anche un’infermiera – raccontano ancora stravolti dal locale – che lo ha seguito dandogli indicazioni ma gli ha suggerito di continuare perché “cambiare mano” sarebbe stato più rischioso». Quindi l’amico prosegue con le manovre salvavita, e contemporaneamente vengono attivati i soccorsi. Anche i genitori, Ciro Verdi e Mara Scarabelli, su avviso degli amici accorrono sul posto. Nel frattempo intervengono anche i soccorsi: due ambulanze e un’automedica.

I sanitari tentano il tutto per tutto: poi intubano Gianmarco e lo trasportano al pronto soccorso di Baggiovara intorno alle 23.30. Qui, nonostante i tentativi di rianimarlo, i medici devono decretare il decesso.

«È stata una tragedia – raccontano increduli dal ristorante – i ragazzi avevano appena cenato, era tutto tranquillo. Poi, come si vede anche dalle immagini delle telecamere, lui è caduto su un fianco. Sono arrivate le ambulanze e i carabinieri per ascoltare i testimoni. Ci dispiace davvero moltissimo, non ci sono parole».

Ieri a Pavullo già in mattinata si erano sparse le prime voci. Nessuno però voleva credere che quelle voci rispecchiassero la realtà. La famiglia Verdi è molto conosciuta: Gianmarco, oltre a pàpà Ciro e mamma Mara, lascia anche due fratelli, Jacopo e Andrea, oltre a tanti parenti e amici. Il 21enne fin da bambino era appassionato di sport: si era tesserato all’Atletica Frignano, per cui correva col gruppo di Pavullo. Negli ultimi anni aveva anche corso con La Fratellanza 1874 di Modena e ogni tanto si allenava al campo in città, ma più spesso lo si vedeva in quello del Frignano. Aveva ottenuto importanti risultati: con la squadra Juniores (under 20) vinse il titolo italiano di corsa campestre a squadre a Gubbio nel 2018. Poi l’anno successivo gli venne diagnosticato un problema al cuore, motivo per cui aveva dovuto interrompere l’attività e iniziare la gara più delicata: quella per la sua salute. l




 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.