modena
cronaca

Sassuolo. I murales degli studenti

Inaugurato al polo scolastico il progetto di restyling urbano Formiggini e Volta-Don Magnani uniti per riqualificare l’ex fontana


22 giugno 2022 Paolo Braglia



SASSUOLO Dare nuova vita ad uno dei luoghi più frequentati della città e al contempo sensibilizzare la popolazione al rispetto degli animali e dell’ambiente.

Nasce da questi due obiettivi il progetto di restyling urbano portato avanti da Renovatio Crew, la sezione studentesca dell’associazione Rock’s, e che riguarda l’ex fontana situata nell’area spartitraffico del polo scolastico. L’intervento, sviluppato nell’ambito del più ampio progetto Animal GAL 2.0, prevede la realizzazione sui quattro blocchi dell’ex fontana di opere di street-art.

Su ogni blocco sarà rappresentato uno dei quattro elementi (aria, acqua, terra e fuoco) in rapporto al comportamento ostile dell’uomo verso la natura.

Durante il vernissage di sabato è stata presentata una prima parte del progetto, il murales che raffigura l’elemento “terra” che ha già visto la luce grazie al lavoro svolto da un gruppo di docenti e studenti del liceo Formiggini e dell’istituto Volta/Don Magnani nel corso dell’anno scolastico.

L’iniziativa di sabato è stata un’occasione per far conoscere gli altri interventi di restyling urbano promossi grazie ad Animal GAL ed in corso alla colonia felina lungo il fiume Secchia e al campo di addestramento dell’unità cinofila.

«Con questo lavoro al polo scolastico siamo riusciti a fare una prima collaborazione tra liceo Formiggini ed istituto Volta – spiega il professor Gianluca Giannini, coordinatore del progetto – la partecipazione è molto alta, sono coinvolti una cinquantina di studenti. I lavori di restyling nascono dalle idee che i ragazzi esprimono durante l’anno scolastico, mentre la realizzazione grafica e tecnica solitamente è curata da grafici che sanno come operare su un luogo pubblico».

«Con l’aiuto degli spunti forniti anche da altri studenti, ho deciso di dividere il lavoro in un momento “distruttivo” ed uno “costruttivo” – racconta Emanuele Rosti, curatore del progetto grafico del blocco dedicato al tema “terra” – da un lato viene proposto un ragionamento sull’intervento umano sul pianeta Terra, un intervento che è quasi sempre mosso da interessi personali e motivazioni economiche, aspetti negativi che dovrebbero essere compensati e cambiati a partire dagli insegnamenti che arrivano dalla seconda facciata, che si basa su come gli animali sono in grado di modificare il territorio secondo le proprie esigenze senza però rovinarlo».

Al vernissage di sabato era presente l’assessore all’istruzione Alessandra Borghi, la dirigente del liceo Formiggini Christine Cavallari, il Nucleo di tutela e benessere animali della polizia locale di Sassuolo insieme all’unità cinofila Hector.l

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.