modena
cronaca

Maturità 2022, finalmente E i temi di attualità piacciono ai ragazzi

Studenti emozionati anche per la seconda prova


23 giugno 2022


i Manuel Marinelli

Gli amici all’ingresso, i genitori al lavoro che chiedono continue notizie e i professori pronti a tranquillizzare i più ansiosi. È il ritorno, dopo due anni di orali, delle prove scritte agli esami di maturità, che ieri hanno visto protagonisti oltre 6 mila modenesi sparsi nei 62 istituti in città e provincia. Tre le tipologie proposte, dai famosi scritti da analizzare di Verga e Pascoli, al testo argomentativo con ben tre scelte. E infine due spunti per il tema d’attualità. Davanti al liceo Muratori San Carlo in viale della Cittadella alle 12 c’è già qualcuno che ha finito, nonostante il termine massimo sia previsto ben oltre le 14.30. «Ho scritto tutto in bella – racconta lo studente del liceo classico Alberto Poletto, il primissimo di tutto l’istituto a finire -, ormai sono abituato così e dopo neanche tre ore ho consegnato. La mia scelta è ricaduta sulla tipologia B, il testo argomentativo. Ho scelto la traccia sul cambiamento climatico, tema quanto mai attuale e scottante in questi giorni. Ora relax e un ripasso in vista della versione di latino di domani». Molto apprezzata anche la traccia C2, sul tema dell’iperconnessione e dei social network, che ha destato l’interesse di Benedetta Pezzuoli, studentessa del linguistico: «Ho parlato degli aspetti negativi dei social, come la web reputation. Infatti, tutto quello che noi postiamo rimane per sempre sul web, e un domani anche un nostro ipotetico datore di lavoro potrebbe vedere una foto di cui non ricordiamo più l’esistenza e che potrebbe danneggiare la nostra reputazione. Nelle 4 colonne del mio testo, prima in brutta e poi ricopiate in bella, ho sottolineato anche come i giovani pensino più a immortalare e postare ciò che fanno che non a vivere veramente il momento». Più tardi, verso, le 13 circa, inizia il fuggi fuggi generale. Anche davanti all’istituto tecnico economico Barozzi, a pochi passi dal Muratori, gli studenti iniziano a ingombrare il marciapiede, dopo oltre 5 ore di copia incolla e scervellamento. «Tutto sommato erano tracce abbordabili, mi aspettavo peggio – commenta Christian Zecchi – Sono andato a colpo sicuro sulla traccia C2 e ho scritto ben 2 fogli protocollo in quasi 5 ore. Ho approfondito sui giovani e sull’uso irresponsabile di social e smartphone in generale, che spesso nasce da un approccio prematuro dei ragazzi e da un atteggiamento troppo permissivo dei genitori. Ne è uscita un’analisi secondo me interessante, sono soddisfatto». A distaccarsi dalla massa è un altro studente del Barozzi, Hamza Touije, che si è cimentato nell’analisi del testo di “Nedda”, celebre scritto dell’autore siculo Giovanni Verga. «Ho risposto in modo approfondito a tutte le 5 domande – afferma -, che vertevano soprattutto sul contesto sociale descritto dall’autore. Verga è uno dei miei scrittori preferiti, dunque sono andato a colpo sicuro. Ora testa alla prova di economia di domani».l



Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.