sport

Ci sono due Modena nell’era Rivetti: uno vuole subito la B, l’altro guarda al futuro

Preso il trequartista Saporiti: andrà in prestito al Grosseto. Si rinforza la pattuglia dei giovani canarini di talento


14 gennaio 2022 Federico Sabattini


Il Modena targato famiglia Rivetti pensa al presente, ma anche e soprattutto al futuro. In attesa di tornare finalmente in campo per disputare la prima gara del 2022, il club di viale Monte Kosica è al lavoro sul mercato puntando sulla linea verde. Ieri, infatti, il direttore sportivo Davide Vaira ha concluso la trattativa per portare in gialloblù il giovane trequartista Edoardo Saporiti. Il talento classe 2001, cresciuto nel settore giovanile dello Spezia e arrivato dal Seravezza Pozzi con cui ha collezionato 17 presenze e due gol nella prima parte di stagione in serie D oltre a 4 match e una rete in Coppa Italia (lo scorso anno, sempre con la maglia dei toscani, 24 partite, 2 gol e 4 assist), è stato girato in prestito al Grosseto per crescere e accumulare esperienza nella sua prima avventura tra i professionisti. Questo il bel messaggio con cui la sua vecchia società ha salutato il giocatore ligure: “Un altro ragazzo lanciato dalla nostra società passa al calcio professionistico, in una società come il Modena che lotta per la promozione in serie B. Se è vero che la società dovrà fare a meno del talento di Edoardo per il resto della stagione, è allo stesso tempo orgogliosa di aver contribuito a coronare il sogno di un ragazzo classe 2001 di giocare nei professionisti. La famiglia del Seravezza ringrazia Edoardo per la professionalità e per il grande attaccamento ai colori verdazzurri dimostrati in questi anni. A Edoardo va l'augurio di una prosperosa carriera calcistica, sperando sia solo un arrivederci. In bocca al lupo Sapo!”. Sempre dal Seravezza era arrivato in estate il centrocampista Jacopo Nelli, una delle note liete del ritiro estivo a Fanano e poi ceduto a titolo temporaneo al Fiorenzuola nel girone A di serie C. Con la casacca della compagine piacentina e alla prima stagione in Lega Pro, il mediano classe 2000 ha giocato ben 16 match e segnato due reti contro Feralpisalò e Giana Erminio. Senza dimenticare altri giocatori mandati dal Modena in prestito, come Federico Gulinelli (2000, 5 presenze) proprio alla Giana e Riccardo Maria D’Antoni alla Pistoiese (2002, 9 presenze e 1 gol). La società canarina ha invece deciso di puntare con forza sui vari Nicholas Bonfanti (2002), Romeo Giovannini (2001) e Fabio Ponsi (2001) ma pure lo stesso Matteo Piacentini, classe ‘99 giunto dal mercato invernale: 9 partite e 6 reti per il bomber ex Inter, 10 match per l’ex Carpi ed infine 12 per il prodotto del vivaio della Fiorentina. I primi due, fermati da alcuni problemi fisici nel girone d’andata, hanno superato i rispettivi infortuni e sono ora pronti per tornare protagonisti con la maglia del Modena. Per raggiungere l’obiettivo finale, infatti, mister Attilio Tesser avrà bisogno del contributo di tutti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.