sport

Modena. Capitan Pergreffi e l’Uomo Gagno: «Modena, la stagione perfetta»

Il difensore: «Questa promozione mi ripaga dei sacrifici fatti in tanti anni» Il portiere: «Stimoli alle stelle, non vedo l’ora di poter giocare in Serie B»


28 aprile 2022 Federico Sabattini


Modena. Tra i protagonisti principali della promozione del Modena in serie B ci sono sicuramente Riccardo Gagno e Antonio Pergreffi. Ospiti a “Next Generation Scuola di Web Radio”, programma dedicato al settore giovanile gialloblù, il portiere di Montebelluna e il capitano canarino hanno risposto alle domande degli speaker di puntata, ovvero i due ragazzi dell’Under 13 Alessandro Torquati e Francesco Pedone con la supervisione del tutor Salvatore Fratello. Ad iniziare è stato Pergreffi, che ha così raccontato le sue emozioni dopo il ritorno del Modena in cadetteria: «Sono momenti che difficilmente si dimenticano, molto importanti e particolari che resteranno sempre dentro di noi. Il supporto dei tifosi è stato qualcosa di fantastico, ci hanno dato una grande carica e quando abbiamo visto così tanta gente allo stadio per condividere il nostro stesso sogno è stato veramente magnifico. In serie C, categoria vissuta a Piacenza, sono comunque arrivato tardi e aver vinto quest’anno con il Modena rappresenta un’emozione indescrivibile per tutti i sacrifici fatti nel corso degli anni. Nella mia vita calcistica, nessuno mi ha mai regalato qualcosa e quindi è una doppia vittoria perché mi sono sudato ogni cosa ottenuta». Il capitano prosegue ricordando i momenti più belli: «Penso al derby di ritorno a Reggio Emilia. Quella prestazione ci ha dato ancora più fiducia, abbiamo portato avanti un percorso importante e conquistato un record di vittorie che rimarrà nella storia, oltre ad aver festeggiato i 110 anni di vita del club. Un anno così perfetto è difficile da dimenticare».

Decisiva la guida di Tesser: «Ha cercato di mantenere tutti concentrati verso un unico obiettivo, ovvero ottenere i tre punti in ogni singola partita per poi arrivare davanti a tutti. Siamo partiti male, abbiamo rincorso la Reggiana e il testa a testa è durato mesi. Eravamo tranquilli e sereni, sapevamo cosa fare e avere un gruppo così unito ci ha dato tanto. Con la forza del gruppo abbiamo vinto tante partite, tutti hanno aiutato e dimostrato il proprio valore. Siamo stati una vera famiglia”. Ora la Supercoppa di Serie C: “E’ un banco di prova importante. Ci teniamo ad onorare l’impegno nel migliore dei modi e proveremo a vincere il trofeo».

Spazio poi a Riccardo Gagno, autore di una super stagione e anche del gol incredibile che ha regalato al Modena la vittoria fondamentale con l’Imolese: «Non vedevo l’ora di giocare la gara contro il Pontedera, è stata una giornata pazzesca davanti ad un pubblico incredibile che ci ha spinto dall’inizio alla fine. Un po’ di tensione c’era, ma io e i miei compagni abbiamo vissuto il tutto come al solito. Siamo contenti di aver reso il presidente felice ed orgoglioso di noi, sono momenti indimenticabili che auguro a tutti di poter vivere un giorno. La mia rete realizzata? Diciamo che sono stato molto fortunato dai, in maniera casuale ho sfruttato una serie di fattori tra cui pioggia e vento».

Infine, uno sguardo al futuro: «Gli stimoli sono alle stelle, sarà un campionato tosto e dovremo prepararci bene mentalmente e fisicamente. Dopo la Supercoppa, ci sarà la pausa poi toccherà a noi essere bravi per ripartire forte fin da subito. Ho compagni intelligenti e tutti si prepareranno al meglio».
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.