sport

Modena, Nardini non ha dubbi «La prossima B come un’A2»

«Gli avversari saranno tosti, credo che la società lavorerà sull’attacco Finalmente i canarini sono tornati dove meritano. Rivetti? Un grande»


27 maggio 2022 Federico Sabattini


MODENA Era in campo a Novara il 20 maggio 2016 nell’ultima partita disputata dal Modena in serie B e sei anni dopo, con gli occhi da tifoso, è felice e soddisfatto per il ritorno dei canarini in cadetteria.

Riccardo Nardini, oltre 120 presenze in maglia gialloblù, esprime la propria gioia per i successi ottenuti dalla Banda Tesser: «È bello e importante che il Modena sia tornato finalmente in B, ci voleva dopo le brutte esperienze degli scorsi anni e come si può ben vedere chi ha una società sana e forte alle spalle prima o poi torna dove merita di stare. Da metà ottobre in avanti, il Modena ha disputato un campionato strepitoso. A squadra e staff è servito solo un po’ di tempo in più per conoscersi, poi tutti sono stati bravi a non mollare mai e a raggiungere l’obiettivo. Più che la vittoria del campionato, credo sarà irripetibile la striscia delle quattordici vittorie consecutive. Un record clamoroso, vanno fatti i complimenti ai gialli.

L’eliminazione della Reggiana ai playoff? Non è detto che vinca la formazione più forte ed attrezzata. Sono decisivi gli episodi e pesa molto la condizione fisica. Aver conquistato il campionato contro i granata vale ancora di più per il Modena, la città e i tifosi, soprattutto per la rivalità che c’è tra le due piazze».

Secondo il Nardo, ecco come sarà il prossimo campionato cadetto: “Tosto e difficile, composto da società importanti e giocatori forti.Una specie di A2. Bisognerà avere pazienza, tranquillità e intelligenza nel gestire ogni tipo di situazione. Si comincia a parlare di calcio vero e sarà entusiasmante affrontare nuovamente questa categoria. La C rimane bella e sei sempre un calciatore professionista, però la B è un’altra cosa e il livello è altissimo. Mercato? La società sa bene cosa fare, ripartire da una base solida come gruppo è fondamentale e poi è chiaro che serviranno alcuni innesti per disputare una buona stagione. Penso magari all’attacco, in quanto in B una punta da doppia cifra può fare la differenza».

Conclusione dedicata a Tesser e Carlo Rivetti: «Il mister ha tutte le carte in regola per portare il Modena a fare un buon campionato anche in B. È un allenatore vincente che a livello di carriera ha avuto meno di quello che meritava, è un tecnico forte e nella prossima stagione sarà uno dei valori aggiunti. Il presidente invece è una persona eccezionale, l’ho conosciuto al Braglia e abbiamo avuto modo di parlare in alcune occasioni. Ha dei collaboratori importanti e affidabili, dal figlio Matteo al diesse Vaira ma non solo. Davide è stato bravo a costruire una rosa forte per vincere subito al primo anno, non era assolutamente facile e scontato».

PLAYOFF SERIE C

Si sono giocate mercoledì sera le gare d'andata delle semifinali playoff: Catanzaro-Padova 0-0 e Feralpisalò-Palermo 0-3. Domenica i match di ritorno.l


 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.