tempo-libero

Modena, musica, teatro, danza: ai Giardini debutta il cartellone dell’estate modenese

Dal 7 luglio al 31 agosto 43 appuntamenti, da James Senese a Paolo Fresu, Marina Rei e Paolo Benvegnù, Cisco, Kataklò


12 giugno 2019 Stefano Luppi


MODENA. I Giardini ducali di corso Canalgrande, oltre che uno spazio verde storico della città, durante il periodo del cartellone estivo diventeranno una straordinaria sala cinematografica per pellicole storiche, una sala per concerti all’aperto, un palco per teatro, rappresentazioni di burattini, incontri letterari.

Con una “chicca” come l’anteprima nazionale di “Time in jazz” (da lunedì 8 a giovedì 11 luglio), il festival internazionale diretto da Paolo Fresu che in agosto si svolge in Sardegna da 32 edizioni.

Sono questi i temi intorno ai quali ruotano i 43 appuntamenti che dal 7 luglio al 31 agosto comporranno “I giardini d’estate”, calendario organizzato dalla società Studio’s in collaborazione con Comune, Fondazione di Modena, Bper Banca e Gruppo Hera (main sponsor).

«Abbiamo messo insieme - spiega alla presentazione Marcella Pelati di Studio’s, vincitore di un bando pubblico - una serie di iniziative tutte gratuite, alcune delle quali meriterebbero un biglietto di ingresso. Intendiamo offrire una serie di iniziative ricca, varia, aperta, che aiuterà a rendere ancor più forte la socialità ai Giardini».

Tra gli altri relatori Giulia Severi, capocultura del Comune, ha spiegato che «abbiamo scelto, tra due proposte, questa: un calendario impegnativo, di grande qualità culturale, molto ampio, utile e divertente pensando ad esempio ai burattini che non sono solo per i bambini».

Oltre ai responsabili comunicazione di Hera e Fondazione di Modena, erano presente anche Gibo Borghesani, curatore di “Time in jazz a Modena” e Alberto Morsiani, direttore artistico della rassegna “I grandi capolavori restaurati”. Spiega Morsiani: «Modena merita, oltre alla programmazione di seconda visione del Supercinema Estiva di viale Carlo Sigonio, anche la proiezione dei capolavori del cinema. Abbiamo riflettuto e siamo arrivati alla scelta di cinque titoli restaurati di recente e distribuiti dalla Cineteca di Bologna». Si tratta di “Metropolis” di Fritz Lang (18 luglio, ore 21), “Felix Pedro” (25 luglio), dedicato al fananese Felice Pedroni che nel 1902 scoprì un ricco filone aurifero in Alaska, ponendo le basi per la fondazione della città di Fairbanks, in America. La programmazione continua con “Io e Annie” di Woody Allen (primo agosto), “Il terzo uomo” di Carol Reed (8 agosto), “Tempi moderni” di Charlie Chaplin (22 agosto) e “Il settimo sigillo” di Ingmar Bergman.

Il cartellone si aprirà domenica 7 luglio con Roberto Franchini, Roberto Menabue e Stefano Piccagliani che alle 21 presenteranno “Live in Modena. Quarant’anni di concerti nella città del rock” e seguiranno altre 41 iniziative in 38 giornate tra musica, teatro, danza, cinema, burattini, letteratura, con l’apertura degli spazi e del programma ad altre realtà e alle loro rassegne, come i Burattini della Commedia e le serate del Salotto Agazzotti.

Per gli amanti del genere, inoltre, non manca neppure l’ormai classico appuntamento del 14 agosto con il fotografo Beppe Zagaglia che, in compagnia di Claudio Messori, parlerà di “Lambrusco e dintorni” (ore 21).

Altro appuntamento di rilievo sarà il 12 luglio, alle 21, “Far finta di essere sani”, un ricordo del grande cantautore Giorgio Gaber a quarant’anni dalla legge Basaglia che aprì i manicomi (sul palco Paolo Vistoli, Gaspare Palmieri, Cristian Grassilli).

L’articolazione delle serate configura un vero e proprio “palinsesto” settimanale con poche variazioni nei due mesi di programmazione, mantenendo sempre vivo e accogliente lo spazio dei Giardini Ducali, dove modenesi e visitatori possono trovare quasi ogni sera iniziative sia “colte”, sia divertenti. Qualche esempio. Ogni venerdì e sabato il palco ospita spettacoli musicali e teatrali con grandi interpreti e artisti del territorio, fra i quali Marina Rei e Paolo Benvegnù (19 luglio), Mel Previte con Antonio Rigo Righetti (27 luglio) e Cisco (2 agosto).

Alla domenica sera arrivano le proposte del Salotto Aggazzotti con “Salotto in piazza… ai Giardini” oltre al concerto di James Senese – Napoli Centrale (sabato 13 luglio), lo spettacolo di danza atletica con sei performer “Play” di Kataklò (sabato 20 luglio), il concerto “Rilmhor” 50 anni di musica irish con Lucio Gaetani (sabato 10 agosto). Programma presto online a www.comune.modena.it/estate2019 e su Facebook “Giardini d’Estate”). —
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.