video
cronaca
Spot della Lega cita Radiofreccia: arriva la diffida di Ligabue, Accorsi e Procacci

Uno spot elettorale della Lega di Salvini, diventato virale, fa il verso alla campagna comparativa del Pd di Letta, rilancia l'audio violento dell'ex capo di gabinetto del sindaco di Roma Gualtieri, Albino Ruberti e usa il celebre brano del 'credo laico' di Stefano Accorsi nel film Radiofreccia. Domenico Procacci per Fandango, Luciano Ligabue e Stefano Accorsi, rispettivamente produttore, autore e attore del film del 1998 hanno formalmente diffidato, a mezzo dei loro legali, la "Lega per Salvini Premier" dall'utilizzo del brano audio con la voce di Accorsi, tratto da Radiofreccia "illegittimamente" - affermano in una nota - e inserito all'interno di un video elettorale attualmente diffuso su tutti i social media e ripreso dalla stampa. Il cortometraggio "che imbarazza il Pd, tratto da una storia vera...". La diffida "contiene l'invito alla immediata rimozione dal video di qualsiasi elemento tratto dal film e riserva ogni più ampia tutela legale, in sede civile e penale". 


Gli altri video
Maltempo in provincia di Siena, l'auto intrappolata nel fango: l'intervento dei vigili del fuoco

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.