Gazzetta di Modena

Milano, aggressioni e spaccio in via Gola: 13 misure cautelari

Milano, aggressioni e spaccio in via Gola: 13 misure cautelari






La Polizia di Milano ha eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare in carcere per 5 indagati e il divieto di dimora in Lombardia per altri otto, emessa nei confronti di 13 cittadini marocchini e uno egiziano, pregiudicati e irregolari sul territorio nazionale di età compresa tra i 21 e i 37 anni, indagati, a vario titolo, dei reati di lesioni personali, rapina, possesso illegale di arma da sparo e spaccio di sostanze stupefacenti. Lo scorso 28 gennaio 2023, in via Barrili, un cittadino egiziano è stato aggredito violentemente da un gruppo di almeno 8 persone di origine nordafricana che lo hanno colpito con calci, pugni e bastoni di legno, procurandogli contusioni alla faccia e un trauma cranico: nell’occasione, gli furono presi anche il telefono cellulare e due collane. Le indagini compiute dagli agenti della Squadra Mobile milanese sono partite dall’analisi di un video che ha immortalato le fasi dell’aggressione. Sin dal principio, tenuto conto della dinamica, della violenza e dei soggetti coinvolti, è stato ipotizzato che all’origine del raid potesse esserci una questione legata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Attraverso la meticolosa consultazione delle banche dati, tramite servizi di osservazione sul territorio e analisi dei tabulati, i poliziotti sono giunti all’identificazione di quattro dei partecipanti all’aggressione, tutti cittadini marocchini, pregiudicati e gravitanti nell’area di via Gola. La successiva attività tecnica di intercettazione ha permesso di aprire uno spaccato sulla piazza di spaccio di via Gola con l’identificazione di altre 9 persone, anch’esse nordafricane, tutte attive nella vendita al dettaglio di cocaina e hashish. Lo spaccio avveniva senza interruzione, o previo accordo telefonico o direttamente in strada.

Altri video di cronaca
Alunno si fa bocciare per lasciare liceo e frasi trasferire in un istituto tecnico
Cronaca

Alunno si fa bocciare per lasciare liceo e frasi trasferire in un istituto tecnico